I/O LINE

Elettronica di cabina programmabile

Fidia I/O Line™ è la nuova generazione di moduli di input/output Fidia, destinati ad essere installati nel quadro elettrico della macchina utensile e collegati al controllo tramite il bus di campo Fidia FFB.

Per garantire la massima flessibilità e minimizzare lo spazio occupato, la gamma I/O Line™ prevede tre diversi modelli di rack nei quali è sempre fornita la scheda di accoppiamento con il bus di campo Fidia FFB (CC50).

In ogni rack è possibile installare 4, 8 e 12 moduli di I/O delle diverse tipologie presenti nella gamma. Più rack I/O Line™ (fino ad un massimo di 32), liberamente popolati con le diverse tipologie di schede di interfaccia disponibili, possono essere combinati nello stesso sistema in modo da soddisfare i requisiti di ogni singola applicazione e rispondere alle esigenze più svariate degli utilizzatori.

Lo chassis metallico dei moduli I/O Line™, fissato direttamente sulla piastra di fondo del quadro elettrico, garantisce una elevata immunità dell’intero sistema ai disturbi elettromagnetici.

Design

Il design dello chassis e delle schede dei moduli I/O Line™ è stato attentamente studiato al fine di agevolare il cablaggio, la manutenzione e la diagnostica.

La collocazione frontale dei connettori e dei morsetti delle schede di interfaccia, posizionati ad adeguata distanza dal fondo del quadro, e l’uscita angolata dei cavi di collegamento permettono a cablatori e manutentori di operare in modo efficiente anche quando la densità della componentistica all’interno del quadro elettrico è molto elevata.

La posizione frontale dei led di segnalazione e di diagnostica rende agevole ed immediata la verifica dello stato delle schede e dei segnali.

Architettura

L’architettura di sistema dei moduli I/O Line™ è stata radicalmente rinnovata rispetto alla precedente generazione di moduli di I/O per garantire un deciso incremento di prestazioni e affidabilità.

Il controllo numerico, attraverso il bus FFB e la scheda di accoppiamento CC50, accede direttamente alle schede di interfaccia presenti nei moduli I/O Line™ con lo stesso tempo di ciclo usato per gli azionamenti assi e pertanto riducendo sensibilmente il tempo di accesso.

Un ulteriore vantaggio dell’accesso diretto del controllo numerico alle schede di interfaccia è rappresentato dalla accuratezza e tempestività con la quale è possibile diagnosticare l’eventuale malfunzionamento di un singolo elemento del sistema.

Brochure I-O Line

Galleria fotografica

Dati tecnici
NomeDescrizioneNote
CC50Scheda interfaccia bus FFB
CID5016 ingressi digitali 24VDC
CUD5016 uscite digitali 24VDC 500mA4 uscite potenziate a 24VDC 2A
CIA504 ingressi analogici, 16 bit di risoluzione, campo di tensione di ingresso 0÷5V, 0÷10V, -5V÷5V, -10V÷10VIl campo di tensione di ingresso è programmabile via software in modo indipendente per i quattro canali
CPT502 ingressi per misura di termoresistenze di tipo PT100 o PT1000, risoluzione 0.1°C, collegamento a 2, 3 o 4 filiIl tipo di termoresistenza e la configurazione del collegamento sono programmabili via software in modo indipendente per i due canali
SLU502 linee seriali RS-232 o RS-422 per l’interfacciamento di pulsantiere serializzate Fidia o di generici dispositivi seriali.

2 ingressi digitali
Il tipo di protocollo ed i parametri di comunicazione sono programmabili via software in modo indipendente per i due canali.

Per sonde digitali o dispositivi per misura utensile.

Le nuove schede di interfaccia per ingressi digitali CID50, offrono 16 canali di ingresso con elevata risoluzione nella determinazione delle variazioni dello stato del segnale di ingresso.

Le nuove schede di interfaccia per uscite digitali CUD50 offrono 16 canali di uscita, 12 dei quali con corrente nominale di uscita pari a 500mA e 4 canali con corrente nominale di uscita pari a 2A.

Le nuove schede di interfaccia per ingressi analogici CIA50 offrono 4 canali di ingresso con campo di tensione di ingresso selezionabile via software e con risoluzione pari a 16 bit.

Le nuove schede di interfaccia per sensori di temperatura CPT50 offrono due canali per interfacciare sensori di temperatura PT100 o PT1000 con collegamento a 2, 3 o 4 fili; il tipo di sensore e la configurazione del collegamento sono indipendenti per ogni canale e possono essere configurati via software.

La nuova scheda di interfaccia per linee seriali SLU50 offre due canali di interfaccia per comunicazioni seriali multiprotocollo (RS-232 o RS-422); il protocollo ed i relativi parametri di comunicazione sono configurabili via software. Sulla stessa scheda sono presenti 2 ingressi per collegare sonde digitali o di misura utensile, configurabili via software in base al tipo di segnale.

Grazie alla elevata flessibilità del sistema ed alla configurabilità software delle schede di interfaccia, si ottengono benefici quali la standardizzazione delle configurazioni hardware e la minimizzazione delle parti a stock.